Facebook Instagram Pinterest

magazine

BUSINESS TRIP | Muoversi in modo smart


Quante volte ci sarà capitato, durante i nostri viaggi di lavoro, di dover aspettare, magari sotto la pioggia o in condizioni di traffico e con un meeting al quale dobbiamo assolutamente arrivare in orario, un taxi o un mezzo pubblico per raggiungere la nostra meta? I trasporti sono da sempre uno dei crucci del viaggiatore business, proprio perché la scaletta fitta di impegni e il poco tempo a disposizione mal si coniugano con le tempistiche del traffico urbano.

Negli ultimi anni, però, sono nate e cresciute, un po’ in tutto il mondo, delle nuove soluzioni molto smart di spostarsi in ambito cittadino e anche oltre, che sfruttano le tecnologie degli smartphone per collegarci a un ampio marketplace di offerte che ci aiutano a risparmiare e ad arrivare in orario ai nostri appuntamenti. Per esempio, da anni si è imposto Uber, un servizio di trasporto che supera il desueto concetto di taxi e lo rende moderno e dinamico: ognuno può diventare (tranne in Italia dove sembra impossibile scalfire la posizione dei tassisti) driver anche per poche ore al giorno oppure nel weekend, trovando una forma di guadagno extra oppure un vero e proprio lavoro. L’applicazione sul telefono fornisce all’utente la spesa, la previsione del tempo che ci vorrà per il tragitto, e la tipologia di auto (a scelta) che ci trasporterà. Per pochi euro in più, possiamo avere un servizio esclusivo con autista in livrea e mezzo di lusso…

In tutte le grandi città sono disponibili inoltre servizi di car sharing, ovvero la versione 2.0 del noleggio auto. Possiamo prendere un’auto in un luogo, guidare per pochi km e lasciarla comodamente in un altro hotspot dedicato, spendendo davvero pochi denari. In alcune città questo servizio è disponibile anche con vetture storiche (come a Berlino, dove è possibile utilizzare in car sharing la mitica Trabant).

Non solo auto, comunque. Muoversi in modo smart può essere anche legato a un’esigenza di scoperta e di piacere nella visita, quantunque lavorativa. E allora possiamo prendere la bicicletta, con una delle molteplici applicazioni di bike sharing disponibili nei percorsi cittadini, e raggiungere la nostra destinazione pedalando, quasi sempre in ottime piste ciclabili disegnate per far scoprire le bellezze delle metropoli. Un metodo economico, salutare e diverso per affrontare il nostro viaggio di lavoro, e poco importa se la nostra giacca non sembrerà appena uscita dalla tintoria…

photos and videos