Facebook Instagram Pinterest

magazine

GUIRRI TOUR IN INDIA | Nei posti più evocativi del paese


I ragazzi di Guirri Tour hanno portato a termine un bellissimo viaggio in India, durante il quale hanno scoperto alcune delle meraviglie del paese orientale. Ecco nelle loro parole le descrizioni di questi posti incredibili.

Il Palazzo dei Venti

Ci troviamo a Jaipur, capoluogo del Rajasthan, sorseggiando il tipico chai tè davanti al famoso palazzo dei venti, simbolo della città.

Venne costruito dal maharaja per raggruppare tutte le donne di corte durante le cerimonie e le parate ufficiali. Dalle 950 finestre, le donne potevano guardare la cerimonia che sfilava nella strada davanti al palazzo, senza esser viste dal popolo.

Il Taj Mahal

Il nostro trekking si ferma davanti all’immensità del famosissimo Taj Mahal. Inserito nella lista delle nuove sette bellezze del mondo, patrimonio dell’Unesco, nonché simbolo ufficiale dell’India. Simbolo per eccellenza di amore, costruito dall’imperatore Shah Jahan per proteggere  il corpo e celebrare la morte della sposa. I giardini che circondano il grandissimo complesso, sono una vera oasi di tranquillità dal fortissimo caos dei bazar e delle strade circostanti.

Deserto

Dopo un’ora di cammino sulle dune del deserto del thar, tra India e Pakistan, ci fermiamo per ammirare il tramonto. Il viaggiatore, prende fiato, pensa alla strada percorsa, che a ritroso, percorrerà con il buio della notte, sotto una stellata immensa.

Le scarpe, piene di sabbia, sprofondano sulle soffici dune di sabbia, mentre il sole diventa rosso come il fuoco, e lentamente, la temperatura del deserto scende lasciando spazio all’umidità della notte. Ritorniamo svelti nel villaggio di beduini per la tipica cena e danzare attorno al fuoco.

Laghetto e Scalinate Bianche

La religione induista trova il suo culmine nella forza degli elementi, in modo particolare nell’acqua, come origine e fine di tutto. Qui, come a Varanasi e nei laghetti delle città sacre, i fedeli si immergono nelle acque per lavarsi, purificarsi, giocare e pregare. I ghat, tipiche scalinate che scendono all’acqua, si riempiono di fedeli nelle ore del tramonto e dell’alba. Il fumo degli incensi e la luce delle candele creano un’atmosfera magica, quasi surreale. Ci viene chiesto di lasciare le nostre scarpe all’esterno del tempio per entrare in simbiosi totale con il popolo. Questo è un luogo Sacro. Ci troviamo a Pushkar, famosa città per esser l’unica ad aver un tempio dedicato alla divinità Brahmā, dea della creazione dell’universo.

Cinta muraria, merletti e forte

Ritorniamo a Jaipur, in modo particolare al complesso architettonico di Amber Fort, un celeberrimo forte, il più importante del Rajasthan. La salita alla cinta muraria è davvero un’impresa ardua, a causa dell’impervia collina che circonda il forte. Le mura, salgono e scendono dalle montagne circostanti per circa 10 chilometri, in difesa della costruzione fortificata.

L’accesso avviene tramite la salita che porta al piazzale centrale delle udienze e delle parate. Gli elefanti, oggi attrazione turistica sono il “mezzo” usato per la salita. Il palazzo è famoso per essere un vero e proprio scrigno di opere d’arte, intarsi, decorazioni, specchi e stucchi colorati, e dalle sue finestre si apre una vista infinita sulle campagne circostanti.

photos and videos