Facebook Instagram Pinterest

magazine

TRANSILVANIA | Nei paesi di Dracula


La Transilvania è una regione nel cuore della Romania, proprio ai piedi della catena montuosa dei Carpazi. Bellissima per varietà di paesaggio, con foreste incantevoli, colline e laghi, questo territorio è famoso per la miriade di castelli, che furono costruiti nelle alture per proteggere le popolazioni locali contro le invasioni degli stranieri, soprattutto gli Ottomani. In particolare, uno di questi castelli è molto frequentato da parte dei turisti e le leggende che lo riguardano sono particolarmente famose: si tratta del maniero di Bran, un villaggio non molto distante dalla città di Brasov. Costruita su uno spuntone di roccia che guarda su una gola molto stretta, questa fortezza viene comunemente chiamata Castello di Dracula perché, narra la leggenda, fu ricovero prediletto del famigerato Vlad III di Valacchia detto l’Impalatore, uno dei voivoda (sovrani locali) più disumani e più sanguinari dell’intero Medioevo, anche se le fonti storiche non sono concordi nell’affermazione. Nella nostra visita alla zona del villaggio di Bran e al castello, scegliamo di indossare una calzatura leggera ma al tempo stesso con un ottimo grado di protezione: è la Trezeta Hurricane Evo Low WP, nella nuova colorazione verde. Questa scarpetta, versatile e dalle prestazioni eccellenti su più terreni, offre la protezione tipica di una tomaia costruita in pelle scamosciata resistente, abbinata alla fodera Water Stopper esclusiva di Trezeta, che favorisce la formazione di un clima interno perfetto proteggendo da infiltrazioni d’acqua ed elementi esterni. La zeppa in microporosa è stabile, ammortizzante e tecnica per percorsi impegnativi, e il battistrada Vibram® Winkler Evo è costruito con una mescola aderente e un disegno dei tasselli particolare per fornire un grip ideale su ogni superficie, anche bagnata.

Dopo aver lasciato Brasov, raggiungiamo in pochi chilometri il centro abitato di Bran, con le tipiche abitazioni della campagna transilvana, anche se i negozi di souvenir forse ne hanno un po’ corrotto l’autenticità. Il castello sorge su una piccola altura ed è raggiungibile con un percorso che parte proprio dalla piazza del municipio. Le mura imponenti e lo stile gotico della costruzione conferiscono un’ulteriore aura di mistero e suspence al visitatore, così come gli angusti passaggi interni e le strette scale che si susseguono. All’interno del castello, un bellissimo museo di storia medievale merita una visita accurata.

Curiosità: il termine “Dracula”, che tanta paura suscita nell’immaginario moderno, in realtà come significato non ha a che fare con la furia omicida di Vlad Tepes, ma con il conio di alcune monete in Valacchia e la successiva storpiatura del termine Dragonul (“Dragone”, l’effige riportata sulle monete) in Dracul (“Diavolo”) per demonizzare le gesta del voivoda vissuto nel Quindicesimo secolo.

photos and videos