Facebook Instagram Pinterest

magazine

Urban Treks - Istanbul Storia e strade della perla di Turchia


La storia di Istanbul, metropoli turca situata sullo stretto del Bosforo, punto di accesso al mar Nero, è ricca di dominazioni e differenti culture che hanno lasciato importanti tracce nel tessuto urbano e nella cultura di questa meravigliosa città. Infatti, l’antica Bisanzio, fondata dai greci nel settimo secolo A.C., divenne capitale dell’Impero Romano nel 330, per poi diventare, con il nome di Costantinopoli, capitale dell’impero romano d’Oriente. Divenne poi, dopo la caduta del 1453, la principale città dell’impero ottomano e sede principale del califfato.

Le diverse culture e i diversi popoli che vi hanno soggiornato e che vi abitano hanno quindi creato un intreccio di architetture, usanze e persone tale da rendere la visita alla città assolutamente indimenticabile. Possiamo vedere, una affianco all’altra, per esempio, il simbolo della cristianità, Hagia Sophia (divina sapienza), la grandiosa basilica costantiniana, sede anche del patriarcato ortodosso, e la maestosa Moschea Blu, costruita per volere del sultano Ahmed I. I resti dell’architettura romana e bizantina si possono ammirare anche in altri luoghi della città, come nell’affollata piazza Sultanahmet, costruita dove sorgeva l’ippodromo romana, con l’obelisco di Teodosio ben visibile. Oppure la colonna di Costantino, eretta nel 330 per celebrare la nuova capitale e ancora nello stesso luogo, tra il Gran Bazar e l’ippodromo. L’influenza della cultura araba si trova invece nelle viuzze che portano ai mercati, come quello Egiziano, famoso per le spezie, o per l’appunto il Gran Bazar d’Istanbul ricco di negozi caratteristici. E per concludere la visita alla città, che merita almeno tre giorni solamente per la parte occidentale, vale la pena immergersi in uno dei numerosi hammam profumati di spezie orientali e incenso.  

 

photos and videos