Facebook Instagram Pinterest

magazine

VAL PUSTERIA | Una camminata tra alcune perle dell’Alto Adige


Rinomata in tutta Europa per la bellezza dei suoi panorami e per la varietà delle attività che vi si possono praticare, la Val Pusteria è sicuramente una delle perle geografiche che caratterizzano la regione delle Alpi. Estesa poco dopo Bressanone fino a Lienz, in territorio austriaco, questa valle è frequentata durante tutto il periodo dell’anno, grazie alla presenza di bellissime strutture di accoglienza, acqua park, impianti sciistici all’avanguardia, sentieri escursionistici, percorsi per mountain bike e ciclo-turisti e molto altro ancora.

Per il nostro itinerario abbiamo deciso di scoprire alcune delle località che, per atmosfera e offerta, riescono a esaltare i sensi e a far compiere il tragitto a piedi con il cuore leggero. Trattandosi di una camminata semplice, abbiamo bisogno di una scarpa leggera, comoda ma al tempo stesso dotata di una struttura che ci protegga dalle intemperie e che garantisca ottime prestazioni su fondi diversi: le nostre Trezeta Indigo W’S WP rispondono in modo eccellente a queste richieste. Grazie alla tomaia in pelle scamosciata e tessuto sintetico e alla forma anatomica avvolgono perfettamente il piede, provvedendo anche a proteggerlo da elementi esterni con la membrana Water Stopper, esclusiva di Trezeta. La suola poi è ottima per ammortizzazione e stabilità, in quanto è costruita con l’intersuola in EVA a doppia densità e il battistrada Vibram® Super Rubber per una trazione ottimale su ogni superficie.

Partiamo allora con la nostra avventura in Val Pusteria. Dopo aver superato la bellissima cittadina di Brunico, con una visita obbligata al bellissimo castello medievale, costruito secondo lo stile austriaco, ci dirigiamo verso Dobbiaco, attraversando alcuni caratteristici paesi, tra i quali Valdaora e Monguelfo, costeggiando il corso del fiume Drava. Una volta giunti a Dobbiaco, dobbiamo per forza gustare il rinomato formaggio locale e assaggiare il vero speck artigianale nelle botteghe del centro cittadino. Dopo il meritato ristoro, possiamo infine proseguire lungo la strada che ci porta a San Candido, meta finale del nostro viaggio. Qui possiamo scegliere tra numerosi centri wellness per ritemprare il fisico dopo la camminata, e indulgere poi a tavola, gustando i piatti tipici della tradizione sudtirolese come spätzli e salumi affumicati serviti con rafano fresco, e sorseggiando qualche buon bicchiere di vino rosso dell’Alto Adige.

photos and videos